LESIONI BENIGNE DELLA CUTE

Quello che non deve creare allarme!

CHERATOSI SEBORROICA


Di solito si presenta come una macchia marrone, nera o pallido sul viso, torace, spalle o schiena.

La crescita ha un aspetto squamoso, leggermente sopraelevato.

Le crescite multiple sono più comuni ma talvolta appare anche singolarmente.

Ha l’aspetto simile a quello delle verruche

ANGIOMA RUBINO

Noto anche angioma ciliegia o macchia di Campbell De Morgan

E’ un tipo di angioma molto diffuso, di un colore rosso acceso, conseguenza della proliferazione dei capillari che si trovano al suo interno.

Presenta la tipica forma a cupola leggermente rialzata rispetto alla cute e superficie liscia e uniforme con bordi ben definiti. 

Si manifesta soprattutto sulle braccia, cosce, schiena e torace, anche se può comparire in tutte le zone del corpo, particolarmente dopo i 40 anni, sia negli uomini che nelle donne

DERMATOFIBROMI

Altrimenti definito Istiocitoma fibroso, è un tumore benigno della cute costituito da una proliferazione di cellule simili a fibroblasti con localizzazione nel derma.

Compare di solito in soggetti adulti, spesso preceduto da un trauma, specialmente nella cute degli arti, ove si manifesta come un nodulo duro contenuto nello spessore del derma, ricoperto da epidermide più intensamente pigmentata.

Alla palpazione sembra un bottone fissato al di sotto dell’epidermide.
“Fibroma a Pastiglia”

LENTIGO SOLARI

Hanno origine prevalentemente dall'esposizione solare e di conseguenza sono localizzate a livello delle aree di cute regolarmente fotoesposte: viso, dorso delle mani e schiena.

Si presentano come macule tondeggianti, piane, di colore bruno.

FIBROMA PENDULO

I fibromi penduli sono escrescenze cutanee peduncolate che si protendono verso l'esterno.


Le aree maggiormente interessate da questi fibromi siano proprio quelle soggette a sollecitazioni continue: in genere si manifestano a livello delle ascelle, del collo, dell'inguine e delle palpebre superiori.

Le persone obese possono manifestare i fibromi penduli più facilmente rispetto ai soggetti normopeso, a causa della maggior superficie di sfregamento.


In genere si sviluppano per la prima volta attorno ai 40-50 anni, sia nell'uomo che nella donna.